Il cane da gregge



Il cane da gregge innanzitutto deve essere un deterrente, quindi è importante la mole, inoltre deve soddisfare l'enunciazione dello standard di soggetto "imponente e maestoso".

Di primaria importanza è il mantello. Il pelo deve essere liscio, cioè dritto, con folto sottopelo, perchè è l'unico mantello che permette al cane di sopportare con disinvoltura anche le condizioni di clima più estreme.

Cani con il pelo ricciuto, arruffato o decisamente ondulato non sono cani di razza ma meticciati, quindi non sono idonei a lavorare con il gregge, sia perchè la neve, l'acqua o altro che gli piovono addosso si infiltrano in questi tipi di pelo e bagnano la pelle, il cane quindi è costretto a lasciare le pecore e andare a cercarsi un caldo riparo o soccombere, inoltre essendo cani meticciati si portano dietro problemi nocivi nei confronti delle pecore come l'aggressività verso le stesse e l'istinto predatorio delle razze con le quali sono stati incrociati.

Nei cani da gregge è fondamentale l'imprinting. Per ottenere questo i cuccioli devono essere introdotti nel gregge intorno ai 30 gioni di vita, meglio se ancora prima. Allo stato brado i cuccioli appena riescono a camminare provvede la madre stessa a portarli in mezzo alle pecore, questo accade intorno ai 20-25 giorni di età. Sono le pecore stesse a contribuire ad educare i cuccioli e a stabilire la corretta gerarchia, cioè il cane deve sottostare alla pecora. In mancanza di imprinting non solo avremo dei cani che si allontaneranno dal gregge molto facilmente, ma difficilmente sentiranno il desiderio di ritornare se non soltanto per mangiare.

La cosa più pericolosa per le pecore e di conseguenza per il pastore, è che si ritroveranno nel gregge cani che cominceranno a leccare gli agnelli appena nati, poi passeranno dietro la pecora e gli strapperanno la placenta. La fase delinquenziale successiva del cane, avviene nell'approfittare del momento di massima vulnerabilità della pecora che si verifica durante il parto e consiste nell'appostarsi dietro la pecora, sfilargli l'agnello e andarselo a mangiare, infine l'attacco diretto alla pecora sporca di sangue.

Ecco perchè l'imprinting è fondamentale, perchè serve ad inculcare nel cane il rispetto nei confronti della pecora e di considerarla un suo superiore. Il cane che sa comportarsi correttamente, durante il parto rimane a sorvegliare a rispettosa distanza, attende che la pecora pulisca l'agnello, aspetta che l'agnello si alzi e soltanto quando la pecora si allontana dal luogo del parto insieme con l'agnellino, va a raccogliere la placenta. Questo è il comportamento corretto di un cane da gregge di questa razza.

Per informazioni mobile: 333/6491040 - email: dalessiogiacinto@libero.it